nicdark_icon_close_navigation

ATEX

In alcuni settori merceologici, in particolare in quello Chimico-Farmaceutico e nell’industria Alimentare, i carrelli elevatori possono trovarsi a lavorare, tanto in produzione quanto in magazzino, in presenza di materiali infiammabili allo stato di gas, vapore o nebbia, o in presenza di polveri combustibili. L’unione di tali sostanze, in determinate concentrazioni, potrebbe creare un’atmosfera esplosiva che, con l’innesco, si propaga nella miscela infiammabile.

 

Un potenziale innesco potrebbe essere proprio il carrello elevatore.

 

Per questo motivo le macchine che lavorano in questi ambienti devono rispondere a stringenti direttive Europee, definite appunto ATEX (ATmosphere EXplosive) e adottate a tutela della salute e sicurezza sul lavoro in presenza del rischio dovuto ad atmosfere potenzialmente esplosive  

 

Nello specifico le normative di riferimento sono due:

  • ATEX 2014/34/UE, conosciuta anche come ATEX 114, che definisce i requisiti di sicurezza degli apparecchi destinati all’impiego in atmosfere potenzialmente esplosive
  • ATEX 99/92/CE, conosciuta anche come ATEX 153, che definisce i requisiti minimi in materia di salute e sicurezza sul lavoro in funzione della zona, ovvero a seconda della probabilità̀ di trovarsi in presenza di atmosfera esplosiva.

 

Grazie alla partnership con aziende leader nelle trasformazioni antideflagranti, CLS è in grado di fornire macchine da magazzino e carrelli controbilanciati elettrici e termici trasformati in ottemperanza alle normative ATEX e quindi in grado di lavorare in presenza di atmosfere potenzialmente esplosive.

 

Tutti i mezzi possono essere trasformati per operare, rispondendo alle normative vigenti, sia in Zona 1 che in Zona 2, in presenza di polveri o di gas

HAI BISOGNO DI UN AIUTO? CONTATTACI









Contattaci